SITO BANNER ALTO 1

VERSO ANCONA-REGGIANA, LA CONFERENZA DI COLAVITTO

Seduta di rifinitura questo pomeriggio allo Stadio Del Conero in vista della partita di domani contro la Reggiana (si gioca alle 17:30). Al termine, queste le parole del tecnico dell’Ancona Gianluca Colavitto.

SULLA PARTITA:

“Stiamo facendo il nostro percorso, scendiamo in campo per i tre punti. Giocheremo contro la
prima della classe, sarà una partita tosta contro una compagine che si sta ripetendo. Tanti complimenti alla società e al mister. Per avere quei punti bisogna essere forti, buon per loro che stanno facendo questo cammino. All’inizio hanno faticato un po’, poi hanno ingranato. L’organico è importante, lo conosciamo bene. Dal portiere ai ricambi, al modo di stare in campo: La Reggiana è performante in ogni zona”.

MEZZONI E MONDONICO SQUALIFICATI

“Il nostro modo di difendere non cambia, mi auguro che i ragazzi siano concentrati. Ho qualche dubbio che devo sciogliere. Quello che è successo a Montevarchi rimarrà nella mia storia, nel mio vissuto. Sul cartellino rosso di Mezzoni, posso assumermi anche una colpa. Su quello di Mondonico, no. Cinque minuti prima del nostro gol, i toscani segnano, giustamente esultano, entrano in campo dalla panchina per festeggiare e non succede niente. Cinque minuti dopo, stessa situazione e viene ammonito Mondonico. Voglio sperare che la stella che guarda il mio difensore, abbia voluto così per il bene del ragazzo. Evidentemente, nonostante lo abbia preservato, doveva andare in questo modo”.

SULL’ASSETTO

“Io sono molto attento alle dinamiche dello spogliatoio. Poi nella partita c’è l evoluzione: Scenderemo in campo con il 4-3-3. L’avversario lo abbiamo sempre guardato in faccia, con umiltà e tanto rispetto. L’atteggiamento è lo stesso verso chiunque”.

SU MELCHIORRI

“L’ho chiamato leader silenzioso, ma c’è la presenza e si fa sentire. E’ venuto con entusiasmo e con tanta umiltà e partecipazione. Aspetti che io e il mio staff apprezziamo. Se in campo ci delizia , meglio pure”.
PRECEDENTI E STATISTICHE

I precedenti ufficiali fra le due squadre nelle Marche sono 18: bilancio di 10 vittorie biancorosse (ultima 1-0 nella serie C 2016/17), 6 pareggi (ultimo 1-1 nella serie C 2021/22) e 2 successi granata (ultimo 1-0 nella serie C-1 1986/87). Ancona in ascesa con 17 punti nelle ultime 7 giornate grazie a 5 successi e 2 pareggi. Ultimo k.o. dorico datato 10 dicembre scorso, 1-2 a Rimini. In casa biancorossi reduci da 6 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 8 gare ufficiali, con k.o. più recente risalente al 5 ottobre scorso, 0-1 dal Rimini in coppa di C. Di fronte i due attacchi record del girone B: 39 gol segnati dai biancorossi, 42 dai granata (che vantano anche la difesa di ferro, con 14 sole reti subite). La gara di Ancona potrebbe decidersi nei 15’ finali di primo tempo: 8 marcature finora per entrambe le squadre tra 31’ e 45’ inclusi recuperi (come Gubbio ed Entella nel girone B). Reggiana scatenata nei primi 15’ di gara: 9 le marcature granata, come il Rimini nel girone B. Reggiana primatista del girone B per rigori calciati (7 in 25 turni) ed espulsioni a favore (8). Reggiana imbattuta in campionato dal 19 ottobre, quando fu sconfitta 0-1 in casa dal Cesena; da allora 16 partite, con score di 12 successi e 4 pareggi.