SITO BANNER ALTO 1

SETTORE GIOVANILE: FOCUS CON IL RESPONSABILE AREA PERFORMANCE, FEDERICO ANTOLINI

Ancona Federico Antolini, primo anno ad Ancona da Responsabile dell’area Performance, che struttura e organizzazione hai trovato?

“L’organizzazione dell’area è meticolosa, segno che il lavoro svolto negli anni precedenti ha posto basi importanti per progredire nelle stagioni successive. La mia figura da continuità alla struttura ed il proposito è quello di curare il più possibile i particolari per crescere ancora”.

Ormai possiamo fare un bilancio di metà stagione, come procede il lavoro? Dove state ponendo maggiore attenzione?

“L’attività sta procedendo con costanza, seguendo le linee guida tracciate ad inizio anno calcistico. Abbiamo poi l’opportunità di apportare modifiche “in itinere” per risolvere esigenze/problematiche di momenti particolari all’interno della stagione. Ci concentriamo soprattutto sul controllo motorio di eventuali carenze individuali dei nostri atleti, punto fondamentale di tutta l’area”.

Sabato 27 gennaio si è svolta una giornata di formazione rivolta alle società affiliate, che aveva come protagonista proprio questa area, cosa ci puoi raccontare?

“La giornata con le affiliate è stata un momento essenziale di confronto e ci ha dato l’opportunità di mostrare fattivamente come organizziamo l’attività nelle nostre sedute. Il tema principale riguardava l’allenamento degli schemi motori di base e dell’anticipazione motoria: l’evento è stato molto costruttivo, come sottolineato dai feedback positivi ricevuti dai partecipanti”.

In un calcio dove la componente fisica e atletica sta trovando sempre maggiore importanza che margini di miglioramento può avere il vostro gruppo di lavoro?

“Si puo’ e si deve sempre migliorare. Il calcio vive di tanti momenti ad alta intensità e preparare i nostri ragazzi a sostenere questi ritmi è uno degli obiettivi principali dell’area. La sfida è continuare a dare qualità al nostro lavoro, aggiungendo ogni giorno un tassello che ci permetta di far crescere i singoli e ogni squadra nel suo complesso. Ringrazio il direttore Alberto Virgili ed il responsabile Leonardo Scodanibbio per avermi dato la possibilità di far parte di una società come l’Ancona”.