SITO BANNER ALTO 1

CONFERENZA STAMPA: ROBERTO BOSCAGLIA

ANCONA – Al termine della rifinitura tecnica di stamane, mister Boscaglia ha incontrato i giornalisti alla vigilia di Ancona-Spal (si gioca domani, sabato 30 marzo, fischio di inizio 16:15). Queste le dichiarazioni del tecnico siciliano: “Ho trovato una squadra pronta, ricettiva, concentrata e determinata. Mi hanno ascoltato tanto e bene, sono contento di quello che ho visto. Poi la partita sarà un’altra cosa: situazioni, episodi, ma finora l’Ancona mi è piaciuta. I ragazzi hanno affrontato ogni allenamento come una partita vera, sanno in che situazione siamo e vogliono togliersi da questa classifica il prima possibile. Ho visto un gruppo motivato, attento, concentrato. Abbiamo lavorato su concetti semplici, insomma una buonissima settimana. Qualche dubbio ancora c’è, è chiaro. Dobbiamo ancora limare qualcosa, però come atteggiamento e voglia di andare in campo siamo tutti su un’unica direzione ed è questo che importa. Dal punto di vista mentale il feedback è positivo, la squadra sa che non è in una situazione facile e che si deve tirare fuori. Psicologicamente non ho visto grossi problemi, ma una squadra che ha voglia di giocare, di tenere la palla, di collaborare. Mi fido di loro. Questo non significa che sarà facile e che vinceremo, ma l’Ancona può fare una gran partita. Il mio stato d’animo? Sto benissimo, è una delle partite più importanti della mia vita, così come quella della prossima settimana. Poi ci sono gare in cui ti giochi tanto, ma questa è tra le più importanti della mia carriera. Mister Di Carlo? E’ battagliero anche lui, con una squadra di qualità che deve mettere anche intensità e quando lo fanno sono forti, ma sa che l’Ancona venderà cara la pelle. C’è grande rispetto tra di noi, ci conosciamo e sappiamo pregi e difetti”.

LE CONDIZIONI FISICHE DEI SINGOLI
“Quando abbiamo alzato l’intensità ho trovato risposte positive, devo dire anche che alla squadra è piaciuto, ma la condizione vera e propria la vedremo durante i 90’, con la tensione e lo stress. Al momento non ho ancora una visione completa. In questa categoria e in questa stagione sono tutti importantissimi. Saco sta bene, Paolucci pure. Anche D’Eramo è ok, non ho visto grandi problemi.
Non c’è un giocatore specifico da cui mi aspetto più o meno gol, me li aspetto dalla squadra”.

LA STRADA VERSO LA SALVEZZA
“Oggi noi siamo padroni del nostro destino, con le nostre forze possiamo tirarci fuori senza pensare agli altri, ma dobbiamo sapere che dobbiamo salvarci noi a prescindere dai risultati degli altri. Dobbiamo fare una grande partita. Se la facciamo abbiamo possibilità di vincere”.

DATI E CURIOSITA’

Sono 17 i precedenti nelle Marche fra le due squadre e finora massimo equilibrio: 6 vittorie biancorosse (ultima 2-0 nella serie C-1 1986/87, gol di D’Adderio e Koetting), 5 pareggi (ultimo 1-1 nella serie C-2 2005/06) e 6 successi estensi (ultimo 2-1 nella serie C 2015/16). Dorici sedicesimi a 34 punti, ma a 2 lunghezze dalla Spal. Biancorossi che subiscono rete da 8 incontri consecutivi, ben 16, per una media di 2 gol esatti a partita. Squadra che ha mandato in rete il minor numero di giocatori (9), come Olbia e Sestri Levante. Ancona primatista per reti subite dal 46’ al 60’ di gioco (16). Dorici con una sola vittoria all’attivo nelle ultime 8 giornate, 2-1 sulla Fermana al “Del Conero” il 5 marzo scorso, nel mezzo 3 pareggi e 4 sconfitte. Spal quattordicesima con 36 punti, +2 sulla zona playout, occupata dall’Ancona. Formazione che fa più cambi, 159 su 165 a disposizione.

Dirige Arena di Torre del Greco.