SITO BANNER ALTO 1

CONFERENZA STAMPA MISTER COLAVITTO

Alla vigilia della partita con la Juventus Next Gen, mister Colavitto in sala stampa ha detto: ” Il mercato? Quello che dovevo dire l’ho detto alla società. Sono stato chiaro con l’ambiente, il club, ma soprattutto con i ragazzi. Questo sarà un mese particolare, mi auguro che si resetti tutto e che da oggi tutti trovino la giusta concentrazione per fare punti. Dare la colpa agli altri è lo sport preferito, ma io non voglio scaricarla su nessuno: sono stato richiamato per raddrizzare le cose e io ce la sto mettendo tutta. Sono concentrato alla partita, non conosco le dinamiche di mercato, se un giorno mi dovessero dare anche la parte amministrativa, un po’ come faceva Ferguson, allora potrò rispondere”.

LA VISITA DEL PRESIDENTE ONORARIO CANIL

“La presenza di Canil ci ha fatto piacere, ha parlato ai ragazzi in maniera genuina e spontanea, emanando positività. Ogni partita è una storia a sé, la Juventus non è la stessa di inizio stagione, ha raggiunto una certa continuità di risultati. Stimo molto Brambilla, vengono da sei risultati utili consecutivi, hanno in campo ragazzi giovani e di qualità e per ora stanno navigando in acque tranquille. L’adattamento al girone B non è stato semplice per loro, ma io penso di aver preparato bene la partita: la squadra c’è, mi auguro che le scorie di questo periodo siano state messe da parte e che i ragazzi siano concentrati sulla gara. Un aspetto positivo di questo gruppo è che i ragazzi assimilano in fretta e questo mi permette di avere più soluzioni. I giocatori che ho in rosa sono dei ragazzi intelligenti, poi è normale che ci possano essere dei limiti, ma vanno limati, perché se ti vuoi salvare devi alzare al massimo l’attenzione. Sto cercando in tutti i modi di dare il massimo e spero di portare a casa i risultati, cercando in tutti i modi di incidere anche su episodi vitali”.

CURIOSITA’ E STATISTICHE

Primo incrocio in Piemonte fra le due squadre, nei professionisti. Juventus formazione del girone B che perde nelle riprese più punti rispetto al 45’, -7 il gap negativo dei giovani bianconeri. Ancona squadra del gruppo B che si provoca più autoreti (2, come Arezzo, Pescara e Torres) e subisce più gol da subentranti avversari (8, come l’Olbia). Dorici svagati in avvio ripresa con 9 reti subite fra 46’ e 60’ di gara.

Arbitro: Marotta di Sapri.