SITO BANNER ALTO 1

CONFERENZA STAMPA: GIANLUCA COLAVITTO

Le dichiarazioni dell’allenatore biancorosso Gianluca Colavitto, rilasciate alla vigilia di Ancona-Carrarese, match valido per la 8a giornata della Serie C Now e in programma domani, domenica 18 febbraio alle ore 14, allo Stadio Del Conero. “Affrontiamo una squadra tra le più forti del girone – ha detto il tecnico dorico -. Stanno avendo numeri importanti sono solidi, li conosciamo bene: Sarà una partita tosta come tutte le altre, ma con qualche difficoltà in più. Pensiamo di arrivarci in maniera positiva, sono fiducioso, cercheremo come sempre di ottenere il massimo”.

COLAVITTO SULLA SFIDA DI PESARO
“Ci sono sempre aspetti positivi e altri da rivedere, non abbiamo avuto tanto tempo se non attraverso qualche video. Quello che non mi è piaciuto sono stati i due gol subiti, se vogliamo andare nello specifico. Dispiace, perché in campo c’eravamo e abbiamo fatto una prestazione di alto livello. Ho sulle spalle tanta responsabilità, nei confronti del club e della piazza. La mia coscienza mi dice che devo ragionare in funzione di questa responsabilità, ogni cosa che faccio la faccio per il bene di tutti. il ruolo che occupo mi porta anche a sbagliare, ma in virtù di questa responsabilità cerco anche di aiutare i giocatori che ho a disposizione. I moduli lasciano il tempo che trovano. il singolo deve elevarsi e mettere in campo le sue qualità, tecniche e caratteriali, che ti permettono di raggiungere obiettivi importanti”.

COLAVITTO E LA FORMAZIONE
“Potrei impiegare Energe: E’ un ragazzo serio, che si impegna, con delle qualità importanti. Forse giocherà dal primo minuto. E’ un ex, sono attento anche a questi aspetti, l’avere il sangue nelle vene, cercare di trovare gli stimoli giusti. La mia esperienza in Inghilterra? Ringrazio la Federazione perché a 52 anni ho trascorso due giorni importanti. Sì, è stata un’esperienza di vita, mi piace cogliere ogni piccolo dettaglio che mi può far crescere. Io vado a vedere molti allenamenti dei settori giovanili, mi piace cogliere ogni cosa che mi possa migliorare. Mister De Zerbi? Gli ho chiesto un paio di situazioni di gestione degli allenamenti, cose che mi incuriosivano, volevo sapere come la pensasse”.

ANCONA UNITA
“Dopo la partita di Sassari qualcosa sembrava essersi rotto e bisognava intervenire. Ci siamo confrontati con il direttore e con il club, cercando di porre rimedio. con l’Area tecnica abbiamo sempre condiviso gli acquisti, ma bisogna mettere in conto di sbagliare qualcosa. L’allenatore deve essere capace di far muovere le macchina in un determinato modo, ma anche di prendersi la responsabilità degli acquisti che ha avallato. Poi bisogna metterci delle pezze, per rispetto di chi ha creduto in me. Non mi sento di avere colpe. I ragazzi nel complesso devono capire che gli individualismi non esistono, esiste mettersi in funzione del collettivo. Chi giocherà domani dovrà dare il massimo, capendo che le partite sono sempre di meno e bisogna fare punti”.

DATI E STATISTICHE

Nei 18 precedenti nelle Marche fra le due squadre si registrano 9 vittorie biancorosse (ultima 2-0 nella serie C 2021/22), 4 pareggi (ultimo 3-3 nella serie C 2022/23) e 5 successi marmiferi (ultimo 1-0 nella serie C-2 2004/05). I primati dorici nel girone B dopo 26 turni 2023/24: biancorossi scatenati e fragili al contempo nei 15’ iniziali della ripresa: 9 i gol segnati (primato del torneo condiviso con il Gubbio), 12 quelli subiti (record in solitario), squadra che nelle riprese perde più punti rispetto ai risultati al 45’, -8, come la Fermana. I primati marmiferi dopo 26 turni del girone B 2023/24: Giuseppe Panico uno dei 3 giocatori più decisivi con 15 punti portati alla sua squadra grazie alle sue reti determinanti, come Cuppone al Pescara e Volpicelli al Pineto e super-coppia decisiva con Capello (11 punti con le sue reti decisive), in totale fanno 26 dei toscani su 48 totali.

Prima del fischio di inizio sarà osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime del tragico incidente avvenuto venerdì presso il cantiere di via Mariti a Firenze.